MDAISSSTIIMLOO


LIBRI ATTIVITÀ ALTRO




Dall’incontro fra Sigismund Thalberg e Beniamino Cesi prese avvio, nella seconda metà dell’Ottocento, il fenomeno designato come Scuola pianistica napoletana. Il mitico pianista ginevrino e il suo più importante allievo trovarono però un terreno già ampiamente dissodato dall’opera di alcuni precursori tra cui emergono i nomi di Francesco Lanza (nutritosi in Inghilterra alla scuola di Clementi e Field), Ernesto Coop e Teodoro Döhler. Il Conservatorio di S. Pietro a Majella ed il Liceo Musicale di Napoli formarono, nel corso di due secoli, schiere di pianisti e pianiste le cui carriere ebbero spesso respiro internazionale. Molti di costoro si dedicarono anche alla didattica perpetuando una tradizione che, con diramazioni a volte tortuose, si protrae fino ai nostri giorni. La nota introduttiva dal titolo “Il pianoforte a Napoli”, posta all’inizio del libro, è stata scritta da un grande pianista contemporaneo la cui formazione fa riferimento a questa scuola: Francesco Libetta.
Acquista il libro:
Ibs
Amazon


* * *


The Neapolitan Canzone in the early nineteehth-century as cultivated in the Passatempi musicali of Guillaume Cottrau   Il libro è uscito negli Stati Uniti in lingua inglese ed ha come titolo The Neapolitan Canzone in the early nineteehth-century as cultivated in the Passatempi musicali of Guillaume Cottrau, a cura di Pasquale Scialò, Francesca Seller and Anthony R. DelDonna, Lexington Books, New York, pp. 168.
Contiene all'interno il saggio di Massimo Distilo dal titolo Haunts of an armchair traveler: the variegated world of the letters of Guillaume Cottrau.
Altri contributi di Francesco Cotticelli, Raffaele Di Mauro, Paologiovanni Maione, Francesco Nocerino, Giovanni Vitale.


Acquista




* * *


Passatempi Musicali: Guillaume Cottrau e la canzone napoletana di primo '800   Passatempi Musicali: Guillaume Cottrau e la canzone napoletana di primo '800, a cura di Pasquale Scialò e Francesca Seller, Guida Editore, Napoli, pp. 332.
Contiene all'interno il saggio di Massimo Distilo dal titolo Le giornate di un melomane: appunti biografici su Guglielmo Cottrau.
Altri contributi di Marco Rovinello, Paologiovanni Maione, Antonia Lezza, Raffaele Di Mauro, Carla Conti, Ciro Raimo, Marialuisa Stazio, Gianfranco Plenizio, Giovanni Vitale.


Acquista




* * *


Guglielmo Cottrau: Lettere di un melomane, con altri documenti sulla prima stagione della canzone napoletana.   Guglielmo Cottrau: Lettere di un melomane, con altri documenti sulla prima stagione della canzone napoletana
Laruffa Editore, pp. 275.
Libro a cura di Massimo Distilo, con prefazione di Massimo Privitera, che raccoglie in traduzione italiana quasi tutto il materiale di prima mano sulla vita e l'attività di Guglielmo Cottrau che è all'origine della nascita e del primo affermarsi della canzone napoletana:
Le celebri Lettres d'un mélomane pour servir de document à l'histoire musicale de Naples de 1829 à 1847, pubblicate in francese nel 1885 dall'editore Morano di Napoli, con annessi Giudizi dei giornali dell'epoca;
Le Portefeuille d'un mélomane, che vide la luce a Parigi, in Revue Britannique, 1888 ca., lettere ricevute da Guglielmo Cottrau e dal figlio Giulio;
Ricordi biografici napoletani, Guglielmo Cottrau, una breve biografia di Guglielmo Cottrau scritta da Edoardo Cerillo (Lylircus) pubblicata a Napoli da Marghieri nel 1881, con appendici tradotte in italiano;
Gli spartiti di alcune canzoni napoletane di Guglielmo Cottrau tratte dalla "Raccolta completa delle canzoni napoletane composte da Guglielmo Cottrau", uscita nel 1865 per i tipi del R. Stabilimento Musicale Partenopeo di Teodoro Cottrau, che contiene tutte le canzoni uscite nei fascicoli dei "Passatempi Musicali";
Alcune foto d'epoca della famiglia Cottrau;
Un profilo biografico ragionato di Guglielmo Cottrau che fa da introduzione all'intero corpus dei documenti.


Acquista




copyright @ mds 1997 -